Raz Fresco Interview

Raz Fresco: “La consapevolezza di sé è tutto.” L’intervista.

In questa interessante intervista, Raz Fresco, MC canadese classe ‘95, ci ha parlato delle sue radici giamaicane, del suo amore per la cultura Hip-Hop e del suo debutto da giovanissimo. Inoltre, ci ha spiegato il significato di essere 
un “5 Percenter” e della sua serie “Magneto Was Right”, anticipando il suo prossimo album.

Essential Projects
  • Pablo Frescobar
    2015
  • Deluxe Hilfiger Regalia
    2019
  • Magneto Was Right Series
    2020
Condividi

Pace Raz Fresco! Ti ringraziamo per il tuo tempo e la tua disponibilità. Lo apprezziamo molto. Da dove potremmo partire visto che hai una storia e una carriera talmente affascinanti, nonostante la tua giovane età? Sei nato nel 1995 da genitori giamaicani a Brampton, nella Greater Toronto Area ( Ontario-Canada), hai iniziato la tua carriera come rapper e producer che eri appena un teenager e, nel frattempo, ne hai passate tante durante la tua vita… Per piacere, raccontaci qualcosa di più sul tuo background per capire meglio chi è Raz Fresco: Che persona eri da ragazzino e in che modo le tue radici giamaicane ti hanno influenzato crescendo? Da dove arrivano la tua ispirazione artistica, la tua motivazione e la tua “hustle”?

RAZ FRESCO: Da ragazzino ero molto curioso. Non posso ricordare un momento della mia vita senza musica. La musica è sempre stata parte di me. Ho iniziato a scrivere rime davvero presto, ho davvero pochi ricordi senza che facessi musica, da quando sono in vita. Avevo quaderni pieni di rime già in prima elementare. Ho giocato a calcio dalla quinta elementare fino alle superiori. A parte ciò, imparavo cose continuamente online, facendo domande e conoscendo le cose intorno a me. Avevo ottimi voti a scuola. Sono sempre stato un leader.

Per quanto riguarda il mio background, sono molto orgoglioso delle mie radici giamaicane. Sono orgoglioso della mia cultura. Fin da giovane ho mirato ad abbracciare i valori che i miei genitori mi hanno instillato, al meglio che potevo. Culturalmente parlando, però, sono sempre stato Hip-Hop: dalla musica alla moda, è sempre stata la mia più grande ispirazione. Sono stato esposto all’ Hip-Hop talmente giovane che non riesco a stabilire l’origine di questa storia. Ero totalmente immerso nella cultura, fin da bambino.

Mio fratello maggiore, Jerome, mi ha introdotto subito ad un sacco di musica che spaccava. Ero solito correre a casa per guardare “Rap City” (trasmissione MTV sull’Hip Hop n.d.r) in cantina , l’ho menzionato anche nell’ultimo capitolo di Magneto Was Right….

Amavo l’Hip-Hop e basta. Dai primi giorni facevo le mie ricerche online, studiando questa cultura come fosse una materia scolastica. La mia voglia di emergere era innescata dalle solite cose, come vedere tua mamma alle prese con i conti e affrontare la vita. Volevo solamente essere in una posizione migliore crescendo. Questa era la mia motivazione.

Infatti, già nel 2010, a 15 anni, hai pubblicato due mixtape: “Welcome to Bakers Club” e “Laced Up”. Il tuo nome faceva già parlare a quell’epoca ?

RAZ FRESCO: Già in terza-quarta elementare, registravo rap su un piccolo microfono economico da computer, sopra alcune strumentali che prendevo su Kazaa o LimeWire. Cercavo, letteralmente, basi Rap/Hip-Hop e le scaricavo, poi rappavo sopra quelle che mi piacevano. Poi masterizzavo dei CD e li vendevo alla gente nel mio quartiere. Quando ero alle scuole medie, prima di andare alle superiori, mettevo video di freestyle su Facebook e cose così, ma non avevo ancora iniziato ad avere una vera e propria ambizione fino all’inizio del 2010.

Quello è stato il momento in cui ho cominciato a girare video musicali per delle canzoni che stavo mettendo insieme per un album. Uno dei video che avevo mandato a World Star è arrivato a DJ Holiday e il suo management, che mi hanno contattato per lavorare insieme. Quello era il video di “Layin Low” che avrebbe fatto parte di  “Welcome To The Bakersclub” mixtape.

Uno dei video, “Layin Low”, che avevo mandato a WorldStar era stato girato da Tory Lanez che era un altro giovane emergente locale in città, al tempo. Quell’estate andai ad Atlanta, firmai un contratto di management e ad Ottobre ho pubblicato “Laced up”, il mio secondo tape, che era hostato da DJ Holiday.

Da quel momento, quali sono stati i tuoi passi successivi più importanti nella tua precoce carriera? Per esempio, nel 2011 hai pubblicato un mixtape prodotto da Don Cannon (“MCMXCV”)… Come facevi a muoverti già con così tanta convinzione e determinazione?

RAZ FRESCO: In realtà, quel progetto era prodotto da me, lui la solo “hostato”. Al tempo, già, era totalmente fissato nella mia mente cosa volevo fare nella vita. Nella mia testa potevo vedere chiaramente visioni del futuro di ciò che volevo far diventare reale e pensavo onestamente di potercela fare, perciò ho continuato a lavorarci ogni giorno. In più, come dicevo, fin da giovane avevo un amore intenso per la cultura Hip-Hop. Sapevo nel profondo della mia mente che se fossi rimasto concentrato, avrei potuto vivere della mia arte.  Si dice che se tu ami ciò che fai, non lavorerai un giorno della tua vita. Io lavoravo così duramente, per non dover lavorare, se ciò ha qualche senso.

Mio padre mi diceva sempre, se hai un sogno nessuno lo realizzerà per te, devi realizzarlo da solo. Lui mi ha caricato le batterie nella schiena fin da ragazzo con la sua saggezza, che era molto potente e risuonava dentro di me.

Nel 2015, hai pubblicato il tuo album di debutto “Pablo Frescobar”: quanto è stato importante quell’album ? Come sei entrato in contatto con una leggenda come Raekwon The Chef del Wu-Tang? Hai anche prodotto e rappato con alcuni dei migliori rapper Americani come i membri del The Boot Camp Clik, AZ, Mac Miller, French Montana e altri… Come sei stato capace di creare legami del genere in un’altra nazione, nonostante la tua giovane età e rimanendo indipendente?

RAZ FRESCO:  ESTREMAMENTE IMPORTANTE! Volevo mostrare al mondo che avevo raggiunto un nuovo livello con la mia arte, rime e produzioni. Lavoravo a quell’album già da 2-3 anni buoni. La situazione con Duck Down è arrivata in quel periodo, perché viaggiavo avanti e indietro con New York, regolarmente, per creare i miei rapporti con chiunque dell’industria potessi contattare online. Ho assunto un agente e tutte quelle cose, con tutti i soldi che avevo. Sono sempre stato bravo a raggiungere le persone e comunicare.

Inoltre, nel 2014 sono diventato parte della 5% Nation (organizzazione filosofica-religiosa afroamericana, conosciuta anche come Nation of Gods and Earths, separatasi dalla Nation of Islam, il cui nome deriva dal fatto che il loro credo si basa sul principio che la società sia idealmente divisa tra un 85% di persone tenute nell’ignoranza e sfruttate dal 10% facente parte di un’élite malvagia, mentre il 5% lotta per diffondere la conoscenza e liberare la maggioranza delle persone tenute nell’oscurità. n.d.r.).

La stessa passione che avevo per la musica, l’avevo per la Knowledge of Self (letteralmente “Conoscenza di sé’”, ma per i membri della 5% Nation, S.E.L.F è anche acronimo di Science of Everything in LiFe. n.d.r), perché, come dicevo prima, sono sempre stato curioso e al tempo in cui andavo alle superiori, ho realizzato che non mi veniva raccontata la verità (diciamo che non mi veniva dato il quadro completo della storia) da parte della società e ho cominciato a cercare risposte sulla realtà della vita e la storia di me stesso, del pianeta e dell’universo.

Essere un vero 5%er e un vero studente della Cultura è ciò che sento mi abbia dato il rispetto di diverse leggende che erano parte o affiliate con la 5 Percent Nation. Ecco come sono nate quelle collaborazioni. Inoltre, il mio educatore Born King aveva degli agganci all’interno della Nazione, perciò è riuscito a creare la connessione con AZ. Oltre alle Divinità, ho collaborato con e prodotto per French Montana,  grazie a DJ Holiday (la stessa cosa con Big Sean, Wale e BOB).

Invece, per gente come Mac Miller e Tyga, li ho contattati io direttamente, creato una connessione, a loro piacevano i miei beats, perciò abbiamo lavorato insieme. Internet è un grande posto, perciò li ho soltanto contattati. Nello scenario peggiore per me, non gli sarebbero piaciuti i miei beats. Se, invece, gli fossero piaciuti i miei beats avrei potuto tirarne fuori anche una collaborazione e, dunque, ho continuato a muovere le mie pedine, fino a portarmi ad essere un livello più alto, perché sapevo che avevo qualcosa da offrire con i miei beats e ciò mi ha permesso di lavorare con la gente.

Quando la maggioranza dei tuoi coetanei si omologavano alle sonorità “trap” e all’uso dell’autotune, tu sei rimasto legato al tuo suono e a sonorità più classiche: da dove arriva la tua sicurezza nel rimanere fedele al tuo stile? Più recentemente, potremmo dire che, invece, stiamo assistendo ad un ritorno / rinascita di una cultura “underground” e ad un certo tipo di sonorità simili a quelli della  “golden era”. Cosa ne pensi, considerando che tu sei sempre stato legato a quel tipo di sonorità?

RAZ FRESCO:  Guardando da fuori, potrebbe sembrarvi così ma, ad essere onesti, penso che tipo dal 2016 al 2019 stavo attraversando alcuni momenti della vita in cui cercavo me stesso. La maggioranza delle cose che ho pubblicato in quel periodo avevano, suppongo, un suono classico, ma ho registrato anche un buon numero di pezzi che, non erano “trap” come i Migos, ma erano comunque a tema hustling sopra 808 e con un tempo più veloce rispetto al vostro solito pezzo “boom bap”.

Durante questi periodi, facevo le mie cose provando a fare un po’ di soldi, perché non riuscivo a fare soldi con la musica, perciò stavo parecchio fuori in strada e in auto un sacco di tempo, facendo avanti e indietro, perciò facevo musica con cui potessi andare più veloce in macchina e caricarmi..

Ad essere onesto, se guardate bene, non sono entrato nel “gioco” come un’artista che suonava boom bap o old-school. Flippavo vecchi samples e provavo ad aggiungerci qualcosa di nuovo. Solo la gente che mi ha scoperto con la serie Magneto Was Right e attraverso i pezzi che ho pubblicato su quella stessa linea che mi classificherebbe un artista in stile golden era. La mia vena artistica è ispirata da molto più che solo da quello e il fatto che ora sto facendo questa serie non significa che tutta la mia musica d’ora in poi suonerà così.  Sono un artista per davvero, ciò vuol dire che la mia capacità espressiva non può essere così limitata.

Detto ciò, la roba dal suono classico stile “golden era” è la mia ispirazione principale e negli ultimi anni la gente sta prendendo elementi da quella cosiddetta epoca e gli sta dando nuova vita. È stato davvero rassicurante e motivante vedere dei fratelli vendere di nuovo vinili e fare i soldi, facendo Hip Hop vero.

Mi ricordo che ero in galera nel 2017 e stavo parlando a certa gente di Benny The Butcher e Westside Gunn. Sapevo che volevo evitare di beccarmi una lunga condanna, perciò vedendo ragazzi che riuscivano a farcela facendo Hip Hop vero, pensavo cose come “ok, lasciatemi lavorare e smettere di fare cazzate in strada”, perché qualsiasi cosa ho fatto fin da giovanissimo, dimostra che  puoi fare le mosse giuste se sei concentrato e rimani consistente.

Perciò dovevo abbandonare tutta la roba extra e tornare a concentrarmi sulla musica. Questi ragazzi che uscivano con roba cruda erano per me una motivazione ulteriore, tipo “ok posso essere me stesso nella forma più pura e posso anche mangiarci”, perché durante tutta l’ultima decade ascoltavo certa gente, con cui ero solito lavorare, dirmi che stavo provando a suonare troppo old school etc etc e che dovevo sperimentare suoni differenti. Sento che sono stato vittima di ciò, a volte, e di aver fatto alcuni brani di cui non vado necessariamente fiero, guardando indietro.

Dal 2020 in poi, comunque, ho raggiunto un livello artistico, una libertà e serenità mentale, che so bene ciò che voglio fare e sono felice che ci sia altra gente che sta venendo fuori con roba ispirazionale e un modo fresco di concepire la musica che amo. Gente come Estee Nack, Al DivinoANKHLEJOHN, SadhuGold, Fly Anakin, Futurewave. etc etc  stanno portando nuova linfa all’ Hip Hop, secondo me, e non solo rispolverando le vecchie sonorità. Sono dei pazzi. E questi sono giusto alcuni dei nomi che mi sono venuti in mente velocemente.”.

A un certo punto della tua vita e carriera, hai attraversato diversi problemi personali, rischiando anche la tua vita dopo essere stato accoltellato… Quanto ciò ha influenzato la tua carriera e quali sono le lezioni che ne hai tratto? Questi fatti negativi, come hai fatto a farli diventare qualcosa di positivo per te ?

RAZ FRESCO: Ho tratto un sacco di lezioni che applico ogni giorno nella musica, appunto, dalla strada, da tutto ciò che mi è successo nella vita, dal fatto di essere quasi morto, dalla galera e, soprattutto, dalle mie 120 Lezioni – la Matematica Suprema – l’Alfabeto Supremo in quanto Five Percenter . La vita è vita. Avere la giusta prospettiva, significa che puoi imparare da qualunque cosa e da chiunque, anche un fallito.

Qualsiasi cosa sia successa nella mia vita è stata causata da me, per la maggior parte, perché tutto ciò che è stato fatto è causato dal figlio dell’uomo, in quanto sé stesso. Se qualcosa viene chiamata negativa, è di solito perché ti fa stare male.

Ad un certo punto quando le cose negative, che ti fanno stare male, succedono, tu devi trarre le informazioni da quell’evento e usarlo per prendere decisioni migliori e più sagge, che creino risultati positivi di cui tu sia compiaciuto e soddisfatto.

Ogni cosa che succede è un evento e contiene informazioni su chi, cosa, dove, perché e come. Tu puoi trarre le informazione dagli eventi e applicarle ad eventi futuri, per metterti nelle situazioni in cui vuoi trovarti.

Le cose si trasformano in positivo, se ti trovi in uno stato mentale di pace: Peace (Pace) è importante. Spezzandola, diventa Proper Education Always Correcting Errors (un’educazione corretta sempre corregge gli errori n.d.r) ed è anche Positive Energy Allowing Constant Elevation (l’energia positiva consente una costante crescita n.d.r). Ecco come trasformi il negativo in positivo.

Nell’ultimo paio di anni, hai dimostrato un incredibile impegno, pubblicando un gran numero di progetti fighi: oltre alla serie “Magneto”, quali sono i tuoi progetti più significativi e perché?

RAZ FRESCO: Il mio progetto più significativo è praticamente pronto e in arrivo. MARVELOUS RIGHT WRIST: Questo progetto cattura i momenti della mia vita durante un periodo matto, in cui stavo davvero cercando un cambiamento verso uno stile di vita diverso ed è estremamente personale, che è il motivo per cui dico che è il disco più importante, perchè davvero parla della mia vita ed esperienze. Ho fatto sanguinare il mio cuore in quest’album.

Lo stavo ascoltando ( MARVELOUS RIGHT WRIST ), mentre riflettevo su queste domande, e ho quasi versato una lacrima durante l’intro, solo perché è talmente vero che se tu sei un essere umano, automaticamente ti ritroverai nelle cose che dico, perché è davvero real. Ho scritto la maggior parte dell’album in carcere. Ho immediatamente realizzato che non sono ancora abbastanza conosciuto, perché venga ricevuto nella misura in cui deve essere ricevuto, perciò ho dovuto pubblicare altra roba per far crescere l’aspettativa prima di farlo uscire, visto che la musica è talmente personale, non mi sembrava giusto lasciarlo uscire così.

Detto ciò, tutta questa maratona e collezione di album Magneto Was Right è, in poche parole, una mossa di marketing per guadagnare e mantenere l’attenzione per l’album MARVELOUS RIGHT WRIST, alla fine di tutto. Ora, nella mia stanza, ho il dipinto creato dal mio homie STOUNSON, era già pronto prima che venisse creato  Magneto Was Right. Avevo pianificato tutto in anticipo.

Dunque l’anno scorso, hai pubblicato questa serie monumentale di 7 ( per ora) tape, chiamata called “Magneto Was Right”… Puoi spiegarci il suo concept e a cosa ti sei ispirato? Hai pensato anche ad una ben studiata strategia per queste uscite e sul merchandising…Quali “convinzioni” credi ti hanno portato a muoverti in questo modo?

RAZ FRESCO:  Io non uso la parola “credere”, perché contiene al suo interno una menzogna e significa che c’è l’ombra del dubbio.

Per farla breve, nel mondo degli uomini, i mutanti hanno poteri speciali e per questo motivo sono temuti e oppressi dagli umani. Perciò c’è Professor X che vuole un’integrazione pacifica e Magneto che voleva separarsi e fare il suo mondo, perché sapeva che gli umani avrebbero sempre avuto paura e tentato di controllare i mutanti. Lo show degli XMen è, quindi, una diretta metafora del movimento dei diritti civili e Magneto si basa su Malcolm X, con Professor X che rappresenta Martin Luther King JR.

Magneto Was Right Issue #1 Cover Artwork

L’integrazione è avvenuta e abbiamo lo stesso le brutalità della polizia e la propagazione dell’odio. Siamo ancora alle presi con la supremazia bianca, perciò alla fine Malcolm was right: è meglio che ci diamo da fare e fare il nostro, invece di dipendere dal sistema per chiedere di essere trattati con uguaglianza. Malcolm rispecchia la figura di Magneto. Magneto Was Right. È un modo più riconoscibile e digeribile di dire la stessa cosa. Io lo dico da tanto tempo: “Usa i tuoi poteri naturali e libera te stesso”.

Cos’è e cosa rappresenta “The BKRSCLB” ? Chi sono gli altri membri ?

RAZ FRESCO:  Io lo pronuncio solo BKRSCLB. 7 lettere. Senza vocali. Ogni tanto, stilizzato BKR$CLB con il segno del dollaro in mezzo. È un collettivo musicale, una etichetta discografica e un brand che rappresenta la conoscenza di sé, musica hip-hop stilosa, stile e arte. Al momento, include me The 6th Letter , BriskInTheHouse, Lo Thraxx, e ChillxWill.

Si dice che “l’arte ispira l’arte”: noi in quanto magazine sui graffiti, siamo stati davvero colpiti dalle grafiche della serie Magneto: ad esempio, la cover del settimo episodio è la foto di un vera murata dedicata alla tua serie Magneto… Chi ha fatto questi lavori e come li hai scelti?

RAZ FRESCO: Il nome dell’artista è @baoneknldge. E’ un ragazzo spagnolo che vive a Londra. Lui mi seguiva, io ho visto la sua arte e l’ho cominciato a seguire anch’io per un po’ di tempo. Poi quando ho avuto l’idea di fare una vera murata, l’ho contattato, spiegato l’idea e lui ci stava dentro, l’ho pagato per ciò che serviva e mi ha mandato la foto.

Originariamente, un altro artista,  @lmf.buke mi mandava delle opere artistiche, casualmente, ispirandosi ai miei album e io ero tipo “accidenti, questo sarebbe figo, se fosse fatto realmente”, invece che su un file digitale e ho voluto che prendesse vita. Perciò quella copertina è arte reale, in più è stata catturata la sua energia in una foto. Quel posto è esistito veramente. Anche se qualcuno ci dipinge sopra, era lì ed è parte della storia ora.

Ok, questa è una domanda complicata e affascinante e rispecchia un tema centrale nel messaggio della tua musica: come racconteresti e spiegheresti l’importanza degli insegnamenti dei Five Percenters e della Nation of Islam a coloro che hanno la volontà di apprendere ? Com’è entrata la fede islamica e la sua conoscenza, nella tua vita? E com’è l’ha guidata verso un percorso migliore?

RAZ FRESCO: Sono un 5%er e non sono mai stato parte della Nation of Islam. Il fondatore della 5% Nation, Allah The Father, era parte della Nation of Islam , poi ha lasciato la moschea e ha cominciato a predicare i suoi insegnamenti ai bambini delle strade. Io non sottoscrivo nessuna religione. Quando noi diciamo ISLAM, significa I SELF LORD AND MASTER (Io Stesso Signore e Maestro) o I SEE LIFE AS MATH (Io Vedo la Vita come Matematica) o I SINCERELY LOVE ALLAHS MATHEMATICS (Io Amo Sinceramente la Matematica di Allah) , e IN SELF LIES ALL MATHEMATICS (In Se’ Giace Tutta la Matematica).

Questa non è una religione, è una modo di vivere. La vita si basa integralmente sull’esperienza. Più sei consapevole di ciò che ti succede intorno, più sei consapevole di chi sei veramente, più comprendi il tuo essere fisico e la tua mente, allora più avrai potere di controllare queste esperienze e più ti saprai districare tra queste esperienze.

La Conoscenza del Sé ti permette di fare più esperienza e ottenere di più dalla vita e ti permette anche di controllare e guidare/direzionare la tua vita, se davvero vivi in base alla comprensione del vero significato di queste lezioni. Una volta che sei consapevole di essere in controllo, puoi guidare te stesso in una maniera migliore. È per questo che amo essere un 5%er. Non è perché sono un 5%er. Non è per via della Nation . È perché puoi accrescere la conoscenza di te stesso e una volta che un uomo conosce sé stesso, può costruire sulla Terra e mettere in atto i doveri di una persona “civilizzata” che si erge responsabile per chi non è “civilizzato”.

Cosa possiamo aspettarci da Raz Fresco nel 2021?

RAZ FRESCO: I capitoli n° 8 & 9 di Magneto Was Right, poi l’album MARVELOUS RIGHT WRIST. Un sacco di musica da BKRSCLB RECORDS, merchandising figo, arte stilosa e good vibes.

 

I VINILI DI TUTTA LA SERIE “MAGNETO WAS RIGHT” SARANNO PRESTO DISPONIBILI SU TUFFKONGRECORDS

 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati