Big Kahuna OG & Monday Night - Thug Tear Recensione album

Selezione Hip Hop di Gennaio

Abbiamo preparato alcune brevi recensioni per guidarvi all’ascolto di alcuni dei migliori progetti Hip-Hop del mese, selezionati per voi dalla redazione di Throw Up Magazine. Sintonizzatevi sulle nostre playlists di Spotify e…Buon ascolto!

Condividi
Uncle Murda - Don’t Come Outside 2 Recensione album

Don’t Come Outside 2 Uncle Murda

Torna nel 2020, con il seguito di “Don’t Come Outside”, Uncle Murda, istituzione di Brooklyn, New York ed ex affiliato della G-Unit di 50 Cent, passato ora, invece, sotto la Roc Nation di Jay-Z. Uncle Murda porta fieramente in alto la bandiera dell’Hip-Hop della Grande Mela, nel tentativo di renderla nuovamente “rilevante” e popolare a livello mainstream. Obiettivo raggiunto o meno, sicuramente, “Don’t Come Outside 2” vede un Uncle Murda in forma smagliante e contiene, grazie anche ad ospiti d’eccellenza, potenti street bangers , come N.Y. merita!

Ty Farris - No Cosign Just Cocaine 3 Recensione album

No Cosign Just Cocaine 3 Ty Farris

Arriva da Detroit uno dei migliori progetti di inizio 2020, a dimostrazione che anche nella (ex) città dei motori la scena Hip-Hop underground è viva e vegeta. Il lavoro in questione è intitolato “No Cosign Just Cocaine vol. 3” ed è firmato da Ty Farris, rapper estremamente talentuoso, sebbene non conosciuto quanto altri suoi illustri colleghi e concittadini. Ty Farris, infatti, unisce capacità liriche e tecnica a rime di strada credibili e mature. È accompagnato, inoltre, da un ottimo tappeto sonoro, a cui prendono parte, tra gli altri, Stu Bangas e Bozack Morris, e da featuring di alcuni dei migliori rapper della scena underground come Eto e Flee Lord. Vi consigliamo caldamente di ascoltare “No Cosign Just Cocaine 3” e di segnarvi il nome Ty Farris, poichè è sicuramente uno di quelli da tenere d’occhio in questo 2020.

Big Kahuna OG & Monday Night - Thug Tear Album Cover

Thug Tear Big Kahuna OG & Monday Night

Altro progetto caldamente consigliato per iniziare l’anno nuovo con le giuste motivazioni e vibrazioni positive è “Thug Tear” di Big Kahuna OG & Monday Night, due interessanti MCs originari di Richmond, Virginia. Questo album offre, infatti, rap di ottimo livello e produzioni eccezionali, affidate al team Graymatter e Unlucky Bastards. Se sapete scavare nella giusta direzione, la scena Hip-Hop americana può riservarvi sorprese musicali inaspettate: Big Kahuna OG, Monday Night e tutto il collettivo Scheme Team ne sono la dimostrazione. “Thug Tear”, infatti, è in rotazione costante.

Asun Eastwood X Vago - Sewer Science Recensione album

Sewer Science Asun Eastwood X Vago

Dopo l’ottimo album dell’anno scorso “With All Due Respect”, Asun Eastwood, rapper di Toronto (Canada) con origini latine, inizia il 2020 con il botto grazie a questo nuovo eccellente progetto, interamente prodotto da Vago. La scena canadese, al confine con gli Stati Uniti nord-orientali, infatti, sta beneficiando degli influssi dell’ondata underground proveniente da Buffalo e Rochester, NY, e vi stanno emergendo talenti e collaborazioni interessanti con i migliori MCs oltre confine. “Sewer Science” è un progetto che mette in mostra (e conferma) le capacità liriche di Asun Eastwood e ci fa scoprire le ottime produzioni firmate Vago, catapultandoci nel mezzo di una tempesta di neve nelle buie strade di Toronto e nel suo “mondo sotterraneo”.

Silla X Weirdo - Dioscuri in Tuxedo Recensione album

Dioscuri in Tuxedo Silla X Weirdo

Nel marasma di macchiette e cloni dei cloni della scena Hip-Hop italiana è sempre più complicato distinguere prodotti validi su cui puntare e contenuti che possano incuriosire ascoltatori che hanno superato da diversi anni la maggior età, senza scadere nella retorica nostalgica del “si stava meglio prima”. “Dioscuri in Tuxedo” di Silla, rapper del collettivo milanese Mad Soul Legacy, interamente ed ottimamente prodotto da Weirdo, finalmente propone qualcosa di diverso e ricercato rispetto al piattume nostrano, sia nei contenuti che nei suoni, senza annoiarci e proponendo un ritratto realistico e non stereotipato della realtà meneghina.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati