Niska, rapper francese di origini congolesi

Niska, l’innovatore del rap francese

Niska, rapper ventiseienne franco-congolese, grazie al suo stile innovativo in pochi anni si è preso il palcoscenico della scena Hip-Hop francese.

Condividi

Classe 1994, Stanislas Dinga Pinto, più conosciuto come Niska, nasce a Villeneuve-Saint-Georges, Francia, e cresce a Evry (comune non lontano da Parigi), come il rapper francese ama menzionare in quasi tutte le sue canzoni. Cresciuto dai genitori del Congo, il piccolo “Stany”, così come lo chiamavano da piccolo, si innamora subito della musica, ascoltando spesso a casa “la rumba congolese”.

Niska stesso ha precisato  in un’intervista alla radio:  “la rumba congolese era la mia colazione, il mio pranzo e cena”. Il nome Niska inizia a farsi sentire tra il 2014 e il 2015 con tre canzoni che cambieranno la sua vita e daranno l’inizio ad una carriera artistica strepitosa. “Allô Maître Simonard”, “Carjak Chirac” e il freestyle “PSG” sono i tre titoli che hanno fatto conoscere Niska al grande pubblico.

…on aime trop la violence
Quatre vingt ze-on on aime trop la violence
Bricki, Murder, Gucci
Un keuf sans arme : un poulet rôti”

Allo Maître Simonard (2015)

[ trad. A noi piace la violenza.  81 (zona) ci piace troppo la violenza, Brick, Murder, Gucci. Un poliziotto senza una pistola nel quartiere è come un pollo arrosto ]

Parole talmente crude che già al primo ascolto, dovevi fermarti per forza a sentire quello che aveva da dire questo ragazzo ventenne. Nel freestyle “PSG” in collaborazione con i rappers Rako, Brigi, Trafiquinté e Madrane, che oggi ha quasi 90 milioni di visualizzazioni su Youtube, Niska paragona la sua vita alla squadra di calcio più ricca di Francia. Tanti versi, “gimmicks” (acrobazie), e balletti  che immediatamente si fissano nella testa di tutti quelli che la ascoltano. Anche l’esultanza adottata da Matuidi, attuale calciatore della Juventus, è ispirata dalla coreografia del balletto chiamato “Matuidi Charo” del video del freestyle “PSG”. Charo è, anche, infatti, uno dei soprannomi di Niska.

Dopo questo successo, Niska viene invitato da Maitre Gims, con cui condivide le origini del Congo, per una collaborazione nella canzone “Sapé comme jamais”. Una canzone che parla di una grande passione che hanno i ragazzi di origini congolesi: i “Vestiti”. Il video della canzone ha oggi, addirittura, più di 430 milioni di visualizzazioni su youtube. Da questo momento in poi, la carriera di Niska è alle stelle, successi dopo successi. Fa, dunque, uscire il suo primo album “ZIFUKORO” nel 2016, che anche se certificato disco di platino, in realtà è considerato  il progetto più debole della sua carriera. Niska, però, non ha mai mollato.

Nell’estate del 2017, infatti, Niska fa uscire la canzone “Reseaux” che ha di fatto attirato gli occhi di tutto il mondo sul rapper di origini congolesi. Come rivelato dallo stesso rapper in un’intervista su Clique, programma francese di musica urban, lui stesso non credeva molto in quella canzone. Ma è stato il padre, una volta in auto con lui, sentendo un’anteprima del brano, a esortare il figlio intimandogli di far uscire la canzone al più presto perché , sicuramente,avrebbe “spaccato tutto”. Dunque dopo che Niska pubblica la canzone in pochi giorni diventa disco d’oro. Oggi è, invece, addirittura, disco di diamante. A settembre dello stesso anno, Niska fa uscire il suo secondo album “Commando”, e grazie alla sua forza, si capisce perchè meriti il suo nome. Anche quest’album viene certificato disco di diamante con più 300.000 copie vendute.

Grazie a quest’album Niska ha raggiunto tutto quello che un artista potrebbe desiderare dalla propria carriera musicale. Il suo stile innovativo ha dato al rap francese un’identità moderna  e come lo dice lui: “Adesso non abbiamo più niente a invidiare al rap americano”. Il 6 settembre scorso, Niska ha fatto uscire suo terzo album con 16 tracce, “MR SAL”, già disco di Platino. Attualmente il rapper è in tour in tutta la Francia…

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *