Tag:
Sheva
Nazione:
USA

Sheva

Ciao! Sono Sheva! Vengo dalla parte più fredda degli Stati Uniti ma di recente mi sono trasferita a sud per scappare dal freddo. Faccio treni perché mi piace esplorare e cercare cose insolite. Sono originaria del Wisconsin, ma la maggior parte della mia carriera di graffiti l’ho trascorsa a qualche ora da qui, a Minneapolis, nel Minnesota. Se avete visto il film Fargo, il Minnesota è quello. Nevica 6 mesi all’anno. Si gela lì, cazzo!! Una volta che stavamo dipingendo in 60 centimetri di neve e mentre cercavo di scaldarmi le mani, il mio socio scherzando mi disse che era meglio lasciarle intorpidire. Ed è stato così. Nel 2015 mi è stata diagnosticata una grave sindrome di Raynaud causata da ripetuti congelamenti. Fondamentalmente, le mie dita muoiono. Diventano bianche come la neve e non funzionano più anche con un poco freddo. Ogni anno la situazione peggiora, anche con guanti riscaldati a batteria e scaldamani ricaricabili. 

    A Minneapolis non è semplicissimo trovare treni. Non è impossibile ma non è New York e ci vuole un duro lavoro. Devi controllare gli spot, anche più volte al giorno per capire il miglior momento per agire. Dovevamo guidare per ore per raggiungere le yard, una volta ho guidato 4 ore soltanto per studiare un vagone frigorifero. 

    Mi piacciono i treni come ricordo del passato. I binari del treno a piedi ti portano nei luoghi più trascurati dove puoi trovare cose super vecchie abbandonate e fatiscenti, che adoro. Inoltre, dipingere un treno per me è meno stressante di un muro perché il tempo sembra passare più velocemente mentre in realtà dura molto più a lungo di quanto riesco a percepire effettivamente. L’inverno scorso mi sono imbattuta in uno che ho dipinto nel 2006. Pazzesco! Le possibilità che io potessi essere di nuovo accanto a  quel treno erano molto scarse! È triste ma non importa perché è stato un pezzo di vita ed è stato bellissimo. C’era anche Sone. Mi ha fatto ricordare un po’ di cose. 

    Quando la mia situazione della mano ha iniziato a trasformarsi in vesciche e dovevo indossare dei guanti anche a letto, mi sono trasferita a sud. La stessa energia che mettevo nei graffiti e nei treni nel gelido nord mi ha portato molto più lontano qui! Sono infinitamente grata per questo privilegio, ma ho profonde radici a Minneapolis e trasferirmi è stato un grande cambiamento. Quando non cerco i treni, cerco di approfittare di poter stare il più possibile all’aperto. Mi piace conoscere gli alberi per ragioni storiche simili a quelle dei treni. Non sono cresciuta intorno ai pioppi tulipani né ai faggi e sono così epici che mi spezza il cuore. Inoltre, gli alberi di magnolia in fiore sono strabilianti!

    Shout out to all the boys with feelings!!!

    0 commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Altri artisti