D.Ratz rapper salernitano Edgar

Alla scoperta di D.Ratz, rapper emergente della provincia di Salerno

D.Ratz è un rapper emergente originario della provincia di Salerno che cerca di farsi spazio nella scena campana, grazie anche alle sue connessioni con alcuni artisti della scena underground statunitense come Flee Lord

Condividi

Vincenzo Durazzo, conosciuto come D.Ratz, è un rapper e producer della provincia di Salerno. Nasce ad Avellino, ma, in seguito al divorzio dei genitori, si trasferisce all’età di due anni a Castellabate, dove cresce con la famiglia della madre, quasi tutti musicisti: oltre alla madre, vivono con lui la zia (pianista), lo zio (chitarrista) e il nonno polistrumentista.

Stavo ore nello studio di mio nonno. A 4 anni mi piaceva già mettere il vinile sul giradischi e lo osservavo per ore. Registravo anche le mie prime cassettine con un superscope cd-310 che conservo ancora!

Si avvicina la prima volta alla musica Hip-Hop quando il padre gli fa ascoltare un cd compilation contenente brani di Snoop Dogg, Eminem, 50 Cent e altri. Ne rimane subito affascinato. Inizia a scrivere le prime rime e comprare i primi cd alla storica ” ricordi” di Salerno, ormai chiusa da anni. Il primo approccio con il rap italiano arriva con Fibra nel 2005, ma l’input principale che lo ha spinto a scrivere seriamente è stato “Napolimanicomio” di Clementino.

Lo sentivo mio, prima d’ora non avevo mai sentito nessuno rappare in dialetto! Vengo da un paese che è il buco del culo del mondo, non avrei mai pensato che ci fosse una vera e propria scena intorno a me. D’altronde internet era fantascienza.

Nel 2014 conosce la Only Smoke Crew e forma il supercollettivo “CILENTO DOPPIA H”, che ha come scopo riunire tutte le hip hop head del Cilento. Si esibiscono in diversi live e aperture a gente del calibro di Clementino, Gue Pequeno, Gemitaiz ecc. Il gruppo, dopo qualche anno, si disgrega e smette di essere attivo.

Nel 2017 rilascia il suo primo album, dal titolo “Agent Orange”, e vede la partecipazione di diversi membri del suo collettivo, all’epoca ancora attivo. Riceve diversi apprezzamenti da buona parte della scena campana e attira l’attenzione di Dj Rogo, storico producer Salernitano e Dj degli altrettanto storici Morfuco e Tonico 70.

A due anni dall’uscita del primo, pubblica “Agent Orange 2”. Rispetto al primo le sonorità si rifanno alla nuova ondata rap grimy americana e vanta la collaborazione di uno dei pilastri di quest’ultima: Flee Lord, rapper americano affiliato Griselda ,il suo socio G4 Jag e Dj Rogo. A Flee piace lo stile del ragazzo sia come producer che come collage artist, così da farsi produrre un beat inserito nel suo album “Later is Now” e svariate copertine.

Successivamente, insieme a Dj Rogo e Novanta (ex Crazy Han) fonda l’etichetta Stoned Saints Records, sotto la quale esce “EDGAR“, un Ep claustrofobico, cupo e complesso da 6 tracce nominate a partire da “x” fino ad arrivare a sei x da 1/2 minuti ciascuna.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati