French The Kid: un giovane liricista nella scena Rap britannica

Barre, attitudine street e storytelling sono i tre marchi di fabbrica che descrivono French The Kid, il rapper dell’ Essex dalle influenze francesi che sta mettendo a ferro e fuoco la scena rap UK. Dai primi brani pubblicati su Soundcloud fino alla collaborazione con GRM Daily, French The Kid mantiene invariata la necessità di raccontarsi, affrontando la strada e le relazioni interpersonali, in una maniera in cui pochi giovani emergenti sono riusciti a fare in tempi recenti. Con sole undici tracce rilasciate e nessun album ufficiale all’attivo, a soli 21 anni si dimostra già come uno dei più completi tra gli artisti emergenti a livello locale e, probabilmente molto presto, anche a livello internazionale.

Condividi

“You see this one here, it’s different. We’re about to introduce you to a rapper, who in my opinion is gonna be the one of the most exciting to come through this year. Coming out of Essex he’s too different with it. Flows, bars:it’s French the Kid.”
Kenny Allstar

Le origini

Per introdurvi il nuovo protagonista di Throw Up Worldwide abbiamo deciso di riportarvi le parole del DJ britannico Kenny Allstar, il quale presenta alla perfezione uno dei talenti emergenti più interessanti dell’attuale panorama hip hop britannico: French the Kid.

Nato a Harold Hill (Essex), il rapper inglese trascorre la maggior parte dell’adolescenza nel sud-ovest della Francia, luogo che influenzerà non soltanto la scelta del suo nome d’arte ma anche e soprattutto le caratteristiche stilistiche che contraddistinguono i suoi pezzi.

Da sempre appassionato di musica grazie alla carriera da musicista del fratello, French the Kid muove i primi passi nel mondo dell’Hip Hop con il freestyle, pubblicando su SoundCloud i primissimi lavori che da lì a poco lo introdurranno al grande pubblico. L’esordio ufficiale arriva nel 2019 con l’uscita di Bella latina, banger rappato prevalentemente in inglese al cui interno sono presenti anche dei vocaboli francesi che dimostrano da subito la sua duttilità. Il singolo suscita da subito attenzione nell’ambiente underground, innescando una serie di uscite significative che proietteranno il giovane rapper tra i talenti più promettenti del momento.

La prima di queste è Only one freestyle, tre minuti di barre che ci trasportano nella vita del ragazzo del Essex, tra rapporti familiari con madre e fratello, lo spaccio di droga e il primissimo approccio alla musica rap. Nel videoclip del brano, oltre al microfono e French The Kid stesso, è presente come sfondo la bandiera irlandese per omaggiare le proprie origini..

Il brano, oltre ad essere uno dei suoi più riusciti, contiene il marchio di fabbrica che rende unico il ragazzo “francese” dal resto della scena prevalentemente drill: contenuti introspettivi descritti con un flow avvolgente e accompagnati da ritornelli che non stonano rispetto alla strofa rappata.

Mad About Bars e GRM Daily: un’ascesa inevitabile

Il 2020 prosegue con il rilascio a cadenza mensile di nuovi singoli, tra i quali non possiamo non citare Broken Lives & Stolen Peds, brano in cui French The Kid si mette a nudo con uno storytelling vivido e immersivo dal sapore decisamente street. L’estate del 2020 sarà una delle più calde e roventi di sempre per quanto riguarda il talento del Essex e la scena britannica, grazie ad una collaborazione che segnerà uno spartiacque decisivo per la sua continua ascesa nella scena. Ad Agosto entra infatti in contatto con  il noto showcase Mixtape Madness, in particolar modo con il format Mad About Bars, grazie al quale i giovani talenti del panorama rap hanno la possibilità di dimostrare le proprie capacità. In questo senso, i due freestyle realizzati da French The Kid si rivelano essere come tra i migliori dell’intera serie, racimolando milioni di visualizzazioni in breve tempo e proiettando il giovane rapper tra le novità più interessanti del panorama UK.

Il livello lirico si alza assieme alla conseguente popolarità fino all’inevitabile contatto con GRM Daily, realtà leader del mercato musicale inglese imprescindibile per chiunque voglia farsi spazio seriamente nella scena mainstream. L’esordio sul canale ufficiale di GRM Daily arriva con la pubblicazione di Broke Toys e Coco, brani che anticipano la perla definitiva di French The Kid pubblicata all’inizio di quest’anno sul format Daily Duppy. Cinque minuti di barre in cui il rapper si concede anche delle rime rappate in francese, con uno stile unico nel suo genere. Il beat, prodotto dallo stesso French the Kid in collaborazione con Kazza, lovelife e KXVI, aiuta l’ascoltatore ad immergersi nelle storie del rapper classe 00, il quale ci aveva già abituato a raccontare il proprio passato legato allo  spaccio di droga e soprattutto il rapporto inscindibile con suo fratello maggiore.

“Old Friends” e “Can’t feel my face”

Da qui in avanti, French The Kid non deluderà l’hype creatosi attorno al personaggio, mantenendo la stessa costanza produttiva con due nuovi singoli: Old Friends ed Essex Boys, brano in collaborazione con Slimz che ci riporta al suono sporco del grime londinese dei primi anni 2000. L’ultimo singolo pubblicato lo scorso Luglio, Can’t feel my face, mantiene l’esigenza costante di raccontare e raccontarsi con un’attitudine ben definita, tenendosi lontano dalla ripetitività che molto spesso contraddistingue i suoi coetanei.

Nonostante la giovane età e i pochi progetti rilasciati, French The Kid è attualmente uno degli artisti più interessanti del momento, con hype e aspettative molto alte per un ragazzo di appena 20 anni. In un mercato discografico saturo, il rapper di origini irlandesi rappresenta un ritorno prepotente del liricismo, come dimostrano i continui feedback positivi senza neanche un album ufficiale o mixtape all’attivo. In attesa di un progetto completo in grado di darci ulteriori conferme, alla luce del materiale rilasciato finora, French The Kid potrebbe essere il golden boy in grado di alzare l’asticella, a livello locale ma soprattutto europeo.

Articolo di @francescobramanti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati