Zikxo: gioventù e ambizione

Zikxo rappresenta il punto d’incontro tra la golden age francese degli anni ‘90 e le nuove sonorità contemporanee. Un artista stilisticamente completo con una discografia tutta da scoprire, dagli albori dei freestyle grezzi fino alle hit più recenti

Condividi

Oggi vi portiamo a Bondy (dipartimento Seine Saint Denis), comune natio del classe 95 Zikxo, senza dubbio uno dei più sottovalutati della scena d’oltralpe. Le evidenti abilità liriche e tecniche dimostrate nei primi due progetti ufficiali rilasciati hanno generato un forte interesse e curiosità, sia da parte dei media che ovviamente dei colleghi rapper.

Nonostante la giovane età, Zikxo dimostra una familiarità col microfono e le rime paragonabile all’esperienza ventennale di un rapper della golden age. Il suo primo progetto pubblicato nel 2018 Freestyle Temps, è una raccolta di 31 freestyle. Le classiche tracce senza ritornello che non spopolano nel mainstream, ma che allo stesso tempo rimangono culto per i veri appassionati del genere.

Come più volte sottolineato nei pezzi recenti, Zikxo è fortemente legato alla tradizione dei  classici che hanno fatto la storia dell’hip hop francese, non necessariamente nei contenuti ma sicuramente nello stile e nell’attitudine. Tale influenza la riscontriamo proprio nei suoi freestyle, in cui propone un approccio decisamente più grezzo rispetto alla tendenza generale di tanti suoi colleghi.

Dopo aver dimostrato le più che evidenti abilità tecniche, è arrivato il momento di dimostrare la sua capacità artistica a 360° gradi. Il 2019 è l’anno di Temps, il primo album ufficiale del talento di Bondy .Oltre ai classici pezzi caratterizzati da flow aggressivi, avvolgenti e doppie rime varie, Zikxo mette su carta anche il proprio lato introspettivo, conferendo completezza e credibilità al progetto.

In questo senso, una delle tracce più riuscite dell’album è Papa: una dedica matura al padre in cui Zikxo mostra tutta la sua ammirazione per la persona che l’ha reso uomo.

Dopo il successo di Terps, porta avanti il proprio percorso musicale continuando la sua tradizione di freestyle e collaborando con gli altrettanto talentuosi artisti della scena, tra cui spiccano Dinos, Hornet la Frappe e Sadek.

Il 2021 si apre nel migliore dei modi con la collaborazione nel disco 20/21 dell’etichetta rec.118, una delle realtà francesi più affermate che ospita da sempre i pezzi da novanta della scena. L’hype cresce a dismisura fino all’uscita di Jeune et ambitieux (giovane e ambizioso), secondo album ufficiale il cui titolo è l’omonimo del singolo contenuto in “Temps”. Il nome del progetto riassume nel migliore dei modi l’attitudine fresca e propositiva mostrata in ogni traccia. Jeune et ambitieux mostra un’evoluzione del sound piuttosto evidente unita ad un tentativo di sperimentazione da parte di Zikxo, che ci propone pezzi molto più cantati rispetto ai lavori precedenti ma senza dimenticare lo stile originario con cui si è fatto conoscere al grande pubblico. Da sottolineare il rinnovato sodalizio con Dinos, che anche in questo caso è sinonimo di qualità.

Nonostante la giovane età, Zikxo può già vantare un curriculum musicale di tutto rispetto, con una credibilità che lo proietta nell’olimpo dell’hip hop d’oltralpe. La fedeltà allo stile classico unita alla ricerca sperimentale di nuovi suoni, flow e stili rende il giovane rapper uno degli artisti più convincenti e soprattutto completi della scena. La Francia,  in questo senso, si dimostra sempre più sinonimo di avanguardia musicale, soprattutto per quanto riguarda il panorama del Rap, offrendo varietà, ma soprattutto qualità, come nel caso di Zikxo.

Articolo di Francesco Bramanti

Ascolta e segui la playlist di ThrowUp Magazine dedicata alla scena Rap francese:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati